Eugenio Garin

Eugenio Garin

Eugenio Garin (1909-2004), filosofo e storico della filosofia, ha insegnato all’Università di Firenze e poi alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Accademico dei Lincei, è stato Presidente dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento e Direttore del «Giornale critico della filosofia italiana». Maestro del rigore storico, è stato uno dei maggiori conoscitori e interpreti del Rinascimento italiano, ma ha indagato a fondo anche la filosofia e la cultura del Novecento, rivestendo per molti anni la funzione di grande intellettuale civile.

Tra i libri più noti della sua sterminata bibliografia: L’umanesimo italiano. Filosofia e vita civile nel Rinascimento (Laterza, Bari, 1952); Medioevo e Rinascimento. Studi e ricerche (Laterza, Bari, 1954); Cronache di filosofia italiana (1900-1943) (Laterza, Bari, 1955); La filosofia come sapere storico. Con un saggio autobiografico (Laterza, Roma-Bari, 1990; I ed.: 1959); La cultura italiana tra ’800 e ’900. Studi e ricerche (Laterza, Bari, 1962); Storia della filosofia italiana (Einaudi, Torino, 1966); Intellettuali italiani del XX secolo (Editori Riuniti, Roma, 1974). Si vedano anche: Intervista sull’intellettuale, a cura di M. Ajello (Laterza, Roma-Bari, 1997); Colloqui con Eugenio Garin. Un intellettuale del Novecento, a cura di R. Cassigoli (Le Lettere, Firenze, 2000).

 

Per approfondire:

 

Foto in alto: Eugenio Garin al tavolo di lavoro (per gentile concessione di Maurizio Torrini - Tutti i diritti riservati)